- Quando possibile privilegiare la luce solare a quella artificiale.
Aumentare l’esposizione alla luce naturale ha effetti benefici sulla salute
e comporta un risparmio energetico.
- Quando si esce dall’ufficio o da casa, ricordarsi di spegnere sempre le
luci e le apparecchiature elettriche. Se possibile, disinserire le varie spine
elettriche o spegnere l’interruttore generale perché i trasformatori
possono continuare a consumare elettricità anche ad apparecchio spento.
- Spegnere le apparecchiature elettroniche quando non si usano per lungo
periodo e non mantenerle in modalità stand-by. Un PC in stand-by può
consumare anche oltre i 20 Wh.
- Spegnere fotocopiatrici e stampanti se non vengono utilizzate per oltre
mezz’ora. Tali apparecchiature consumano fino a 1 kWh e non si
danneggiano nell’azione ripetuta di accensione/spegnimento.
- Quando si stampa, utilizzare la modalità “economy” o “bozza”.
- Mantenere una temperatura non superiore a 20° d’inverno e non inferiore
a 25° d’estate e controllare l’apertura delle finestre.
- Ridurre la dispersione di calore attraverso l’uso di doppi vetri e altri
accorgimenti.
- Utilizzare il riscaldamento o i condizionatori solo in caso di necessità e
ricordandosi di spegnerli ogni volta che si aprono le finestre per il
ricambio dell’aria. Ogni grado in meno di riscaldamento corrisponde ad
un risparmio energetico del 7%.
- Scegliere lampadine a basso consumo energetico: le lampadine
fluorescenti compatte consumano l’80% in meno dell’energia utilizzata
da una lampadina a incandescenza e durano molto più a lungo (circa 10-
12 volte di più). Anche se sono più costose, il loro prezzo viene
recuperato rapidamente con il minor consumo di energia e la maggiore
durata. Per ogni lampada ad incandescenza da 100 W sostituita con una a
risparmio energetico consente una riduzione delle emissioni di circa 100
kg di CO2.
- Stimolare l’utilizzo di fonti energetiche alternative.
- Installare pannelli fotovoltaici per la produzione di energia elettrica.
- Comprare PC e periferiche a risparmio energetico come quelli che
vengono contrassegnati dal marchio Energy Star.
- Installare collettori solari per la produzione di acqua calda.
- Installare le valvole termostatiche ad ogni termosifone presente.
- Installare caldaie a gas ad alto rendimento che consentono un risparmio
dei consumi di circa il 30% e una riduzione delle emissioni inquinanti del
20%."