Nel pomeriggio di sabato 29/settembre 2018, a Pozzovetere, si é svolta una sessione della Campagna "Puliamo il mondo".
L'evento voluto e organizzato da don Valentino Picazio, parroco di Pozzovetere e Casola, ha visto la partecipazione dell'oratorio ANSPI di Caserta Vecchia e del circolo Legambiente Caserta.
L'evento ha coinvolto tanti ragazzi e familiari , tutti residenti nelle succitate frazioni, che hanno svolto l'azione in modo diligente ed efficace, dando  prova di attaccamento ed amore per i propri territori ricadenti nella parte alta dei Tifatini casertani.
Questi territori, davvero bellissimi , meritano una grande attenzione da parte dell'Amministrazione comunale di Caserta, alfine di poter sviluppare al meglio le grandi potenzialità che essi posseggono.
Alcune foto rendono bene il valore di questo evento.

Per approfondimenti fotografici visita la nostra pagina Facebook.

A tutti i soci, simpatizzanti e amici,
dai un aiuto che non ti costa nulla al Circolo. Puoi farlo con il prossimo 730; basta apporre la tua firma nell’apposito spazio della scheda per la scelta (attenzione: sezione 5 per 1000 e non 8 per 1000 né 2 per 1000) aggiungendo il codice fiscale del Circolo che è: 93041410619.


Il presidente
D’Angerio Nicola

Lungo il percorso che dalla Fondazione "Leo Amici", porta alla base dei Ponti della Valle, S.P. 79 , venerdì mattina 28/9/2018, si é svolta una interessante sessione della campagna "Puliamo il mondo".
Questa sessione promossa dalla Fondazione ,con la collaborazione di Legambiente Caserta, ha visto la partecipazione attiva di una quindicina di giovani della Comunità, con problemi di tossicodipendenza.
Il presidente di Legambiente Caserta è rimasto colpito dall'impegno e dalla sensibilità ambientale di questi giovani, che hanno svolto un'azione incisiva di pulizia del tratto di strada(circa due km), raccogliendo la simpatia e la gratitudine Delle persone che in macchina passavano su questo tratto di strada.
In sintesi un successo sul piano sociale e ambientale.
Alcune foto per testimoniare l'evento.

Per approfondimenti fotografici visita la nostra pagina Facebook.

Il Circolo Legambiente di Caserta, insieme al “ComER”, al “Comitato Cittadino di San Nicola La Strada” e al movimento politico “Speranza per Caserta”, ha proposto ricorso contro il Decreto Dirigenziale n. 62 del 29 dicembre 2017 con cui la Giunta Regionale Campana ha autorizzato la proroga dei termini di estrazione in favore della cava della CEMENTIR Italia spa.

Al di là delle numerose criticità legali e amministrative che riguardano sia il percorso burocratico di approvazione della Legge Regionale di riferimento (L.R. 22/2017), sia la Legge stessa, in pendenza, tra l’altro, di un ricorso per illegittimità costituzionale proposto dal Governo della Repubblica Italiana, Legambiente Caserta intende sottolineare ed evidenzia che tale proroga ritarda significativamente i tempi della riqualificazione ambientale delle cave a fine concessione, raddoppiando i tempi per l’esecuzione dei relativi progetti.

Tutto ciò comporterà un ulteriore ritardo nel recupero del nostro territorio per la presenza delle cave Cementir, Luserta e Moccia che occupano una superficie notevole della nostra città.

Non è più rinviabile la chiusura delle cave. La salute dei cittadini e il recupero del paesaggio dei colli Tifatini lo richiedono fortemente, anche in vista del costituendo Parco Interurbano.

Presidente pt

Nicola D’Angerio